Newsletter :

Newsletter in lingua italiana:

 

Se desideri ricevere la newsletter in francese, visita il sito in lingua francese.

 

Inviare a un amico

Scrivi parecchi indirizzi su linee diverse o separati da virgole.
La musica sacra romana nei primi anni del '700
(Il tuo nome) ti ha inviato una pagina del sito Institut français - Centre Saint-Louis
(Il tuo nome) vorrebbe condividere questa pagina con te:
 

Programma ricco questo sabato 29/09 :

- 1° giorno d'iscrizione ai corsi estensivi, prenota il tuo test online

- la mediateca sarà aperta dalle 10 alle 18 no-stop

- 1° cinemerenda della stagione ore 15.30

- ripresa del cinema con il film Cherchez la femme ore 19.30

   

Musica

Martedì 19 Dicembre - 20:30
 
Chiesa San Luigi dei Francesi, piazza San Luigi de' Francesi

La musica sacra romana nei primi anni del '700

 

Un concerto dal titolo La musica sacra romana nei primi anni del '700 è stato dato presso la chiesa di San Luigi dei Francesi. Nella chiesa stracolma, l’ensemble Concerto Romano diretto da Alessandro Quarta e il Coro Émelthée hanno incantato il pubblico con questa prima esecuzione in tempi moderni di un patrimonio musicale sconosciuto del XVIII secolo.

Il programma ha utilizzato partiture inedite e conservate negli archivi romani o di altre città italiane ed europee. Roma fu, nel XVIII secolo uno dei centri musicali maggiori, stando alla testimonianza fornita dalla presenza costante di musicisti stranieri. La produzione di musica sacra era particolarmente intensa date le molte feste religiose che vi si tenevano.
Elodie Oriol, cantante del coro Emelthéè, si è dottorata con una tesi in storia. Con Alessandro Quarta, direttore, compositore e direttore artistico del Concerto Romano, il coro ha cercato e selezionato brani dal repertorio sacro di compositori attivi a Roma nel periodo scelto.
La forma di concerto di questo programma rende possibile l’esecuzione di questi brani nel modo più simile possibile a quello del tempo in cui furono scritti.

Il concerto fa parte del Festival Roma Barocco del quale sono partner da tre anni l’Institut français - Centre Saint Louis e l’Ambasciata di Francia presso la Santa Sede.


 

PROGRAMMA
Pompeo Cannicciari (1670 –1744), Laetatus sum
Pietro Paolo Bencini (1670 –1755), Lauda jerusalem Dominum per contralto, solo e coro
Giovanni Giorgi ( ? -1762), Offertorio per la festa della Purificazione al 2 di Febraro
Bernardo Pasquini (1637-1710), Toccata
Giovanni Battista Casali (1715 –1792), Beatus Vir
Giovanni Giorgi ( ? -1762), Ave Maria
Giovanni Zamboni (1664 – 1721), Preludio-Allemanda
Pompeo Cannicciari (1670 –1744), Improperium exspectavi
Giovanni Battista Casali, Adiuva nos Deus
Giovanni Battista Costanzi (1704 –1778), Venite Filii Motteto a 8 voci
Quirino Colombiani (1668-1735), Serve bone et fidelis
Giovanni Battista Costanzi, Regina Coeli per soprano solo e coro

IL CORO ÉMELTHÉE
Soprani Laura Cartier, Stéphane Meygret, Baptistine Mortier, Magali Perol-Dumora
Contralti Josquin Gest, Elodie Oriol, Caroline Adoumbou
Tenori Fabrice Foison, Benjamin Ingrao, Marc Scaramozzino
Baritoni/BassiEtienne Chevalier, Pierre Héritier, Florent Karrer

CONCERTO ROMANO
Rebeca Ferrivioloncello
Matteo Coticonicontrabbasso
Francesco Tomasi tiorba
Andrea Buccarellaorgano

Roma Festival Barocco prosegue l’opera di valorizzazione e divulgazione del prezioso patrimonio musicale romano insita nei suoi stessi principi ispiratori, attraverso l’attività di ricerca, recupero ed esecuzioni dal vivo di inediti e preziosità musicali, che vengono presentati al pubblico nei prestigiosi luoghi della Roma barocca: chiese e/o palazzi che videro le prime esecuzioni, spazi architetto-nici al centro della vita musicale nella Roma 600esca, ancora oggi perfettamente conservati nella loro originaria bellezza.

Info e programma del festival: romafestivalbarocco.it

   
 
         
 

Block mini diaporama

 

Seguici su:

  Facebook Flickr Twitter Dailymotion RSS