Newsletter :

Newsletter in lingua italiana:

 

Se desideri ricevere la newsletter in francese, visita il sito in lingua francese.

 

Inviare a un amico

Scrivi parecchi indirizzi su linee diverse o separati da virgole.
Ismaii – Listen - LIBANO
(Il tuo nome) ti ha inviato una pagina del sito Institut français - Centre Saint-Louis
(Il tuo nome) vorrebbe condividere questa pagina con te:
   

Cinema

Sabato 17 Marzo - ore 19:00
 
Auditorium, largo Toniolo 22

VO con sottotitoli in italiano - PRIMA NAZIONALE

Ismaii – Listen - LIBANO

 

Il regista PHILIPPE ARACTINGI ha incontrato il pubblico dopo la proiezione del film libanese ISMAII - LISTEN - in concorso per il FRANCOFILM 2018. Erano anche presenti S.E. Sig.ra Mai S. H. ALKAILA, Ambasciatrice della Palestina, e numerosi rappresentanti dell'Ambasciata del Libano.

FRANCOFILM - film di Philippe Aractingi con Nagham Abboud, Rafik Ali Ahmad, Bshara Atallah
Libano 2017, 1H49, dramma - PRIMA NAZIONALE - INCONTRO CON IL REGISTA
Ingresso libero nel limite dei posti disponibili

Joud, un introverso ingegnere del suono, s’innamora di Rana, una giovane donna forte, vivace con uno spirito libero. Malgrado le loro diverse appartenenze sociali - Rana appartiene ad una famiglia ricca, mentre Joud proviene di una classe media – vivono il loro amore appassionatamente fino ad una svolta drammatica che fa sprofondare Rana in coma. Per cercare di farla uscire dal suo profondo torpore, Joud registra i suoni e la musica dei luoghi del loro amore e con la complicità della sorella di Rana ogni settimana fa recapitare il suo viaggio sonoro alla sua bella addormentata.

4 Premi : Miglior milm, Migliore fotografia, Miglior Sound Design, Migliore colonna sonora, The Lebanese Movie Awards 2017
5 candidature

Il regista PHILIPPE ARACTINGI

Regista franco-libanese, nato nel 1964. Ha cominciato con la fotografia di guerra da autodidatta, ritraendo la vita quotidiana di Beirut durante la guerra civile libanese.
Ha diretto il suo primo documentario a 21 anni, all’epoca la sua professione in Libano era praticamente assente, così come le scuole di regia. Nel 1989 si trasferisce in Francia e, fino al 2001, gira una ventina di film, improntati sulla sua passione per il viaggio e la scoperta.
Nel frattempo continua a dedicare parte del suo lavoro al Libano e alla guerra civile: gira Through  Mothers' Eyes (1992) e batte il record del pubblico in Francia. In Beirut of Stones and Memories (1993), associa dei testi del poeta libanese Nada Tueni con immagini delle rovine di Beirut.

Nel 2001 torna in Libano e fonda la casa di produzione Fantascope, specializzata nella produzione di documentari.

 

trailer

   
 
         
 

Block mini diaporama

 

Seguici su:

  Facebook Flickr Twitter Dailymotion RSS