Newsletter :

Newsletter in lingua italiana:

 

Se desideri ricevere la newsletter in francese, visita il sito in lingua francese.

 

Inviare a un amico

Scrivi parecchi indirizzi su linee diverse o separati da virgole.
Francofilm : Premiazione
(Il tuo nome) ti ha inviato una pagina del sito Institut français - Centre Saint-Louis
(Il tuo nome) vorrebbe condividere questa pagina con te:
 

Fino al 1° settembre, l'Institut français-centre Saint Louis seguirà gli orari estivi!
Chiusura estiva tra il 4 e il 23 agosto.

   

Cinema

Martedì 31 Marzo - ore 20:00 > Domenica 5 Aprile - ore 19:00
 
Auditorium, largo Toniolo 22

Francofilm : Premiazione

 

Una sala gremita per concludere la sesta edizione del Francofilm, tra pubblico, ambasciatori e rappresentanti delle ambasciate di Roma !

La giuria del festival presieduta da Romano Milani,  Segretario Generale del Sindacato Giornalisti Cinematografici Italiani e composta da Fabio Falzone, autore e conduttore di Effetto Notte TV2000, e Lydia Genchi, Nomad Film Distribution,  ha assegnato

il PREMIO DELLA GIURIA al film libanese GHADI di Amin Dora:

“Affronta con mano leggera ma non meno efficace, il tema doloroso di un handicap, la sindrome di Down, da cui è affetto il piccolo Leba. Un pretesto narrativo che utilizza la favola come strumento di comprensione della realtà, per evidenziare, far riflettere ma anche far sorridere, sulle intolleranze, sulle superstizioni, sulle ingenuità degli abitanti di un piccolo paese del Libano ma che trovano analogie in ogni parte del mondo. Senza mai cadere nelle trappole del moralismo, della retorica, della compassione, il regista, con il sostegno dell’impeccabile sceneggiatura di Georges Khabbaz che è anche il protagonista,  padre di Leba e artefice dell’ingegnosa giravolta dello stato delle cose, costruisce una inattesa trama di solidarietà tra diversi e perdenti che si scoprono vincenti col cuore, trasformando il demonio (Gadhi, appunto) in un’angelica bellezza. Un film che racconta una storia universale di amore e di speranza, in uno spazio e un luogo sospesi dove le credenze popolari sono parte integrante della narrazione stessa.
Una notazione merita anche la fotografia,  l’uso della macchina da presa di Karim Ghorayeb, che segue delicatamente e affettuosamente tutti gli indimenticabili protagonisti della fantastica  vicenda.”

Il PREMIO DEL PUBBLICO è andato al film del Canada-Québec GABRIELLE di Louise Archambault.
Associato al Francofilm sin dalla prima edizione, è la prima volta che questo paese della Francofonia, vince una ricompensa nell’ambito del festival francofono di Roma.

Ambientati in due paesi culturalmente diversi, i film premiati di quest’anno condividono casualmente una tematica simile. Evocano in entrambi i casi un argomento delicato, quello dell’handicap, che viene affrontato con la stessa poesia e naturalezza senza mai cadere nel patetico film lacrimoso.

Il festival si è tenuto dal 24 al 31 marzo nella sede dell’IF-CSL in largo Toniolo 22, il pubblico ha potuto vedere 10 lungometraggi in concorso, in grande parte inediti in Italia, provenienti da: Albania, Belgio, Canada-Québec, Francia, Libano, Lussemburgo, Marocco, Senegal, Svizzera e Tunisia.

Francofilm è stato organizzato dall’Institut français – Centre Saint-Louis in collaborazione con le Ambasciate e rappresentanze diplomatiche di paesi membri e osservatori dell'Organizzazione Internazionale della Francofonia.e con il sostegno di Air France, IF Cinema, ed per la prima volta il patrocinio del FIFF Festival International du Film Francophone de Namur che festeggerà la sua 30esima edizione dal 2 al 9 ottobre 2015.

   
 
         
 

Block mini diaporama

 

Seguici su:

  Facebook Flickr Twitter Dailymotion RSS